I fatti e non le chiacchiere dell’Amministrazione Tangredi

 

tangredi.jpgfonte Retesei

Ai nastri di partenza a Cervinara degli importanti interventi per l’edilizia scolastica. Tra 15 giorni verrà esplicata la gara di appalto relativa al Pon sicurezza che riguarderà l’ex guardiania della scuola media Francesco De Sanctis di via Renazzo. Si tratta di un intervento, finanziato dal ministero degli interni, per 882 mila euro,che è stato ottenuto dalla giunta, guidata dal sindaco, Filuccio Tangredi. La struttura che sarà realizzata servirà come un centro di accoglienza per immigrati. Ma l’importo permetterà di completare gli interventi all’intero complesso scolastico che da pochi mesi è stata, completamente, riaperto e resa fluibile agli studenti, ai docenti e al personale Ata. Questo dopo alcuni anni di migrazione forzata, da parte di alcune classi, proprio per completare i lavori di messa in sicurezza.Oltre 300 mila euro sono stati stanziati, invece, per completare l’edificio scolastico di via San Cosma. Anche in questo caso si tratta di un finanziamento che la giunta Tangredi è riuscito ad ottenere da altri enti. Un particolare di grande importanza, in quanto le casse dei comuni sono tutte in grave sofferenza economica e, quindi, ricevere fondi da fuori, vuol dire davvero molto. In questo caso, l’ente che ha finanziato il progetto,è l’Arcadis, ossia, l’agenzia della protezione suolo della regione Campania. Oltre che un nuovo edificio scolastico, infatti, la struttura di via San Cosma diventerà un centro di prima accoglienza, nel malaugurato caso di un evento calamitoso. E procede, spedito, anche l’ iter burocratico per ottenere il via libera per iniziare i lavori del palazzetto dello sport. La struttura, che si trova nei pressi della scuola di via San Cosma, è un’opera incompiuta da anni. Ma anche in questo specifico settore, l’amministrazione comunale, ha saputo attivare dei finanziamenti, sempre del ministero degli interni, per completare l’opera e metterla al servizio di tutta la comunità. Insomma sembra che a Cervinara stia per iniziare una primavera di opere pubbliche.


E’ il caso di inziare a tirare le somme dopo i primi tre anni dell’amministrazione Tangredi. Contro tutte le maldicenze da marciapiede, il lavoro svolto in umiltà e sacrifici inizia ad essere raccolto. Sembra quasi che stiano passando sottotono le tante opere che sono state compiute in questi mesi che hanno reso Cervinara un paese diverso, così come le pratiche degli alluvionati del 1999 quasi definite e la Zona Rossa ferma solo a causa delle elezioni politiche perchè al vaglio della commissione Istituzionale.

Abbiamo la sensazione che a tanta gente poco interessano questi argomenti di interesse generale rispetto alle piccole istanze personali che  non sono neanche di competenza degli amministratori. Ma la disponibilità gratuita a Cervinara viene spesso interpretata come un dovere o un diritto e se non corrisposta una promessa non mantenuta.


I fatti e non le chiacchiere dell’Amministrazione Tangrediultima modifica: 2013-03-06T12:00:10+01:00da terredibriganti
Reposta per primo quest’articolo

Leave a Reply